Le fresie bianche

Sul balcone di casa mia ci sono due vasi pieni di vecchissimo terriccio. Nessuno ha mai voglia di estirpare le erbacce portate dal vento e loro crescono spettinate, inascoltate e invisibili tanto agli occhi quanto alla memoria selettiva mia e degli altri abitanti della casa.

Ogni anno, senza che nessuno faccia niente, in quei vasi spuntano anche delle fresie bianche. Gli steli verdi e sodi si fanno strada nella selva di foglie piatte foglie grosse foglie secche che infestano quei due piccoli paesaggi e restano inosservati, nonostante i boccioli che lentamente cominciano a dipanarsi, fino a un giorno di marzo – arriva sempre quel giorno – in cui per caso, guardando distrattamente fuori, mi accorgo dell’esistenza di tantissimi fiori bianchi e spumosi e del sottile profumo che aleggia attorno a loro.

17438946_394121274303119_9124441090143813632_n

Ogni anno, senza che nessuno faccia niente, nei due vasi del balcone di casa mia spuntano delle fresie bianche di cui nessuno – nemmeno io che di questa casa conosco ogni singola crepa ogni singolo graffio ogni singolo odore – si ricorda mai.

Da sole, dimenticate, nei loro giardini segreti di sterpaglie e parassiti, senza mai ricevere acqua o attenzioni, le più belle fresie che abbia mai visto fioriscono con discrezione da bulbi antichi.

Succede da così tanto tempo che nessuno si ricorda più chi le abbia piantate, o quando.

Io questi li chiamo miracoli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...